Prossimi congressi  |  Congressi passati  |  Fiere  |  Tecniche Nuove  |  E-mail

Congresso delle Materie Plastiche
22a Edizione

23 novembre 2017
Centro Congressi
Ville Ponti
VARESE (VA)


 

PROGRAMMA DEL CONGRESSO

CLICCA QUI  per iscriverti al congresso
Sessione del mattino - Moderatore : Nicoletta Boniardi, redazione Plastix
09:00 Registrazione
09:30 Benvenuto del Presidente TMP, Stefano Capurro
09:40 Lo scenario degli investimenti in Europa: quali opportunità sta offrendo Industria 4.0
Il Piano Nazionale Industria 4.0 varato dal Governo sta rivitalizzando il manifatturiero italiano. L’ottimismo pervade anche il comparto delle materie plastiche, che ha visto un trend positivo nella vendita di macchine e attrezzature. Ma come si sta muovendo il panorama europeo? E quali saranno gli sviluppi futuri?.
Relatore Luciano Anceschi, presidente Euromap
09:50 L’industria della gomma e delle materie plastiche: lo spaccato varesino e lombardo
Quanto è importante il comparto nel contesto industriale del Varesotto e più in generale della Lombardia? Qual è il suo posizionamento nella classifica dei più importanti distretti produttivi italiani ed europei? Qual è la fotografia dell’andamento congiunturale del settore? Tutti i numeri e i trend per inquadrare la realtà delle imprese a valle della filiera.
Relatore: Riccardo Comerio, presidente Unione degli Industriali della Provincia di Varese
10:00 Smart production: molto più dell’interconnessione delle macchine
Il paradigma Industria 4.0 sta cambiando radicalmente il modo di progettare e produrre delle nostre imprese. La tecnologia permette alle “apparecchiature” di acquisire e condividere misure, generando un’incredibile quantità di dati, dalla cui analisi emerge una visione che ci consente di utilizzare i sistemi in modi completamente nuovi, molto più efficienti. Siamo pronti per affrontare il cambiamento?
Relatore: Alberto Servida, Università di Genova e Anipla
10:20 Smartfab: strumento di competitività per la produzione nella PMI italiana
La piattaforma Smartfab, sviluppata da Rold in sinergia con Samsung Italia, è uno strumento di monitoraggio, controllo e gestione dei dati dedicato al manifatturiero. Ideale per le piccole e medie imprese, offre interessanti opportunità nell’efficientamento della produzione anche al settore delle materie plastiche e dello stampaggio a iniezione, con benefici già convalidati sul campo.
Relatore: Paolo Barbatelli, Gruppo Rold
10:40 Interconnessione: i vantaggi di un unico fornitore di un sistema ready-to-use
Le logiche produttive dettate dal paradigma Industria 4.0 non sono una novità per alcune importanti realtà italiane, che già da tempo hanno organizzato l’azienda proprio come una smart factory. Un modello che anche molte piccole e medie imprese hanno deciso di adottare trainate dal Piano Industria 4.0. Lo dimostrano alcune case history nello stampaggio a iniezione.
Relatore: Noren Bjoern, Arburg
11:00 Industria 4.0 a portata di PMI. Il caso Maflex
ICE Flex con il suo software TEMI Plast 4.0 aiuta le PMI ad approcciarsi ai principi di produttività caratteristici dell’industria in chiave 4.0. Un esempio concreto è l’esperienza di Maflex, una piccola e dinamica realtà che, applicando il software alle presse a iniezione Wittmann-Battenfeld, ha modernizzato le logiche organizzative migliorando la resa produttiva globale e gli standard di qualità.
Relatori: Giorgio Pigozzo, ICE Flex; Marco Ravazzani, Klarenbeek
11:20 Coffee break
11:50 L’evoluzione della fabbrica nell’era 4.0: nuove tecnologie, capitale umano e indirizzi normativi. Il caso Comerio Ercole
Gli attuali cambiamenti nel modo di organizzare e gestire la fabbrica sono lo specchio di un mondo in forte e rapida trasformazione, dove le nuove tecnologie giocano un ruolo da protagonista. Per seguire questo trend Comerio Ercole SpA ha sviluppato alcuni strumenti, tra cui un sistema 3D virtuale per le attività di engineering e formazione degli operatori e un sistema di monitoraggio e telecontrollo.
Relatore: Ubaldo Guidi, Comerio Ercole SpA
12:10 Gestione dei dati di laboratorio e processo come infrastruttura abilitante per migliorare la qualità nella produzione di polimeri
Nella produzione di polimeri i margini di profitto possono essere sinteticamente correlati con la capacità di assicurare la qualità del materiale e il suo costo di produzione. Nell’era dei Big Data, la fase di acquisizione, storicizzazione, sincronizzazione e analisi delle misure di processo e di laboratorio facilita l’accesso alle informazioni necessarie per migliorare la competitività delle produzioni.
Relatore: Marianna Suar, Versalis (Ferrara)
12:30 Personalizzazione e velocità come leva competitiva nella produzione di prototipi funzionali e tooling
Rendere più rapidi ed efficienti il rapid manufacturing e il tooling ha importanti ricadute su molti processi tradizionali, come la produzione di piccole serie, l’assemblaggio o la costruzione degli stampi. Il tutto per le enormi potenzialità dell’additive manufacturing in termini di riduzione del time to market a fronte di una maggiore complessità e personalizzazione dei prodotti realizzabili. Lo dimostrano case history in molti settori di applicazione.
Relatore: Giuseppe Cilia, Stratasys
12:50
14:30
Lunch
Sessione del pomeriggio - Moderatore: Giuseppe Capparella, vicepresidente TMP
14:30 Contesto normativo e sostenibilità: dall’Economia circolare all’etichetta ambientale di prodotto
In un presente che vede l’immagine delle materie plastiche pericolosamente sotto attacco, il ruolo dei produttori diventa sempre più fondamentale per fare chiarezza tra percezione e realtà. Una responsabilità che RadiciGroup Performance Plastics si è assunta con la Certificazione del processo EPD per la produzione dei compound termoplastici post-industriali su base PA 6 e PA 6.6 Heramid.
Relatore: Susanna Caprotti, Radici
14:50 Progetto Tyreplast: da pneumatico a compound
Il materiale ottenuto dal riciclo di pneumatici fuori uso (PFU) trova oggi impiego negli impianti sportivi, pavimentazioni stradali o isolamenti acustici. Ecopneus e Ideaplast hanno sviluppato un nuovo modo di sfruttare le particolari caratteristiche della gomma da PFU, valorizzandola in sinergia con i materiali termoplastici per dare vita a compound innovativi, performanti ed ecosostenibili.
Relatori: Daniele Fornai, Ecopneus; Daniele Smoglica, Ideaplast
15:10 Poliammidi a bassa densità e ridotto impatto ambientale
Nata da materie prime rigenerate, la nuova linea di poliammidi Econamid Air è caratterizzata da leggerezza, ottime proprietà meccaniche e basso impatto ambientale. Lo dimostrano uno studio comparativo con gradi equivalenti realizzati esclusivamente con materie prime vergini e uno studio degli indicatori di impatto ambientale misurati attraverso la metodologia LCA.
Relatore: Domenico LoCurto, Domo Engineering Plastics Italy
15:30 Sostenibilità come leva di mercato: evoluzione del ruolo del distributore di materie plastiche
Svolgendo un ruolo importante nella supply chain, il distributore deve costantemente adattarsi a un mercato in continua evoluzione. La parola chiave diventa quindi aggiornamento del portafoglio, che oggi deve necessariamente comprendere prodotti green per soddisfare il bisogno crescente di sostenibilità.
Relatore: Carlo Todeschini, Resinex
15:40 PLA: la sostenibilità del biobased
I recenti sviluppi del biopolimero Ingeo™ PLA consentono alle imprese trasformatrici di offrire prodotti altamente tecnici le cui performance sono paragonabili a quelle delle plastiche tradizionali, il tutto senza dover rinunciare ad opzioni di fine vita alternative. L’esempio delle capsule caffè compostabili.
Relatore: Flavio Di Marcotullio, Natureworks
16:00 Materiali e tecnologie 4.0
Il tuning tra forme e materiali, la previsione delle caratteristiche finali e i processi produttivi rappresentano il passaggio fondamentale per garantire un vantaggio competitivo sui mercati alle aziende che intendono adeguarsi ai cambiamenti dettati dal paradigma Industria 4.0. Un obiettivo raggiungibile attraverso la perfetta alchimia tra tecnologie additive, materiali innovativi e generative design.
Relatori Alessandro Fabris, Lehvoss Italia; Matteo Crocetti, Autodesk
16:20 Discussione e chiusura dei lavori